“A SCUOLA DI RISPETTO” AL TORINO FILM FESTIVAL 2017

25 FEBBRAIO 2017
AL CINEMA MASSIMO DI TORINO

A scuola di rispetto al torino film festival 2017

Il cortometraggio “Cristallo”, girato per il progetto “A Scuola Di Rispetto”, presentato al 35esimo TFF (di cui Equilibra è stata sponsor) e finalista a Cortometraggi 2018, racconta la storia di due donne: Elena (interpretata da Daphne Scoccia) e Sofia (Giglia Marra) come se fossero due specchi, due sentieri tortuosi che s’intrecciano per caso in un Pronto Soccorso, dove le piccole coincidenze ci accompagnano attraverso un viaggio visionario. Elena è stata aggredita dal suo compagno (Simone Amato) ma non ha il coraggio di confessarlo, Sofia lo capisce e prova ad aiutarla, ma c’è un grande segreto.

Il film indaga sui meccanismi che scattano quando si compie o si riceve un atto di violenza, andando a scavare nei meandri della mente di chi esegue o è vittima di un’aggressione. L a storia narrata intende richiamare l’attenzione sulla necessità di intervenire per arginare ogni tipo di mobbing o aggressione subita nella vita quotidiana, ma anche di aprire un dibattito e spiegare a quali conseguenze può portare una violenza fisica o psicologica.



L’idea di realizzare “Cristallo” è nata dalla profonda necessitàcondivisa con Maria Zuccarelli, Responsabile della Comunicazione di Equilibra – di andare a scavare nei meandri della mente di chi esegue o di chi è vittima di un’aggressione in un rapporto di coppia. L’obiettivo principale è quello di preparare i futuri uomini e donne, oggi bombardati più che mai da messaggi e comportamenti volenti, alla Cultura del Rispetto, e soprattutto a riconoscere i segnali della violenza per difendersi e rivolgersi alla giusta istituzione, con la piena consapevolezza dei propri diritti.

Tra gli obiettivi c’era quello di sottolineare come la violenza maschile sulle donne assumesse molteplici forme e modalità. Sebbene la violenza fisica sia la più facile da riconoscere. Inoltre, sempre insieme a Maria Zuccarelli, volevamo richiamare l’attenzione sulla necessità di denunciare e intervenire quando si riconosce di aver subito mobbing o un’aggressione violenta.

Si ringraziano gli interpreti di questo film, la regista Manuela Tempesta, Angelo Bassi della casa di produzione Mediterranea Production per l’impegno profuso in questa opera inedita presentata in anteprima al TFF il 25 Novembre 2017 sotto la Mole Antonelliana, al Cinema Massimo di Torino. Un ringraziamento speciale anche ad Ermal Meta, vincitore del Festival di Sanremo 2018, che ha concesso la sua canzone “Vietato Morire”, dal testo profondo e impegnato, come colonna sonora del cortometraggio.

Condividi sui social: